martedì 29 luglio 2014

Nichel: TOP TEN alimenti con la % più elevata

di Andrea De Simone

Intolleranze e allergie al nichel al giorno d'oggi sono sempre più frequenti.
E' bene comprendere che queste possono variare in maniera significativa da soggetto a soggetto, non rappresentando mai un caso uguale ad un altro. In linea di massima questo problema può essere relativo al semplice contatto, o nei casi più complessi implica intolleranza nutrizionale.
Generalmente nei primi casi basta semplicemente evitare oggetti e oggettini, gioielli, borchie, che spesso sono ricoperte da uno strato di nichel. Ma nel secondo caso, quello che più ci interessa, molteplici elementi sono letteralmente contaminati da questo elemento chimico.
Indipendentemente dal fatto di farsi prescrivere una dieta dal proprio medico/nutrizionista di fiducia a seconda della gravità della situazione, stilerò una lista dei principali cibi che contengono grandi quantità di nichel e che, di conseguenza, è preferibile evitare.
Vediamo insieme quali

1. Cacao/ cioccolato : è tra gli alimenti che contiene maggiori quantità di nichel rispetto ad altri, in tutte le sue varianti, fondente e/o al latte che sia, arrivando a comprendere anche dagli 1.2 ai 2.6 microgrammi di nichel per grammo

2. Frutta secca : anacardi in primis. Questi, infatti, contengono circa 5 microgrammi di nichel per grammo, rappresentando probabilmente l'alimento naturale con la più alta percentuale di questo elemento chimico. Segue a ruota altra frutta secca.

3. Ortaggi : i pomodori, specie se secchi o in particolar modo il concentrato di pomodori, sono da tenere alla larga, con il loro 1 microgrammo ( o poco più) per grammo di nichel. Gli spinaci anche rappresentano una buona fonte di nichel con il loro 0.30 microgrammo per grammo.

4. Legumi : le lenticchie sono l'esponente principale tra i legumi da tener d'occhio .

5. Frutta essiccata : principalmente tutta la frutta trattata chimicamente e industrialmente, come uvetta , fichi secchi e albicocche. Proprio le lavorazioni in industria rendono questi alimenti ricchi di nichel, fino ai 0.45 microgrammi per grammo.

6. Scatolame : è sottointeso che qualunque alimento conservato e contenuto in scatole, contenga esponenzialmente più quantità di nichel rispetto ad altri cibi. Da evitare assolutamente tonno in scatola, legumi in scatola, cetrioli e quant'altro.

7. Bevande : parliamo soprattutto di tè ,caffè  e birra, quelle bevande che possono essere contenute in lattina. Normalmente, come qualità nutrizionali, sono alimenti consentiti, ma occhio al loro contenitore.

8. Frutti di mare : ostriche in primis e anche alcuni crostacei, hanno quantità di nichel che va da 0.20 microgrammi fino ad 1 microgrammo per grammo .

9. Cereali : mais, grano saraceno e miglio, e qualunque cereale confezionato. Generalmente i cereali cosi come le bevande , frutti di mare e latticini, sono dei NI, ovvero degli alimenti da evitare se si hanno FORTI intolleranze al nichel ..consultate uno specialista per togliere alcun dubbio.

10. Latticini : mi riferisco ai formaggi in scatola, formaggini, formaggi fusi, panna montata, tutti alimenti trattati industrialmente e che potenzialmente possono contenere grandi quantità di nichel.

Qui di seguito, vi propongo una tabella riassuntiva e utile , da consultare per avere una veloce panoramica degli alimenti preferibili e sconsigliabili.

Come consiglio finale, è sempre meglio preferire la conservazione dei propri cibi in contenitori di vetro pirex. Indipendentemente dal fatto di essere un materiale inerte, esso eviterà la contaminazione di nichel nei vostri alimenti a differenza di alluminio in primis, ma anche plastica.


Fonte: greenme.it
Fonte immagine: web
Fonte tabella: web


2 commenti:

  1. Io aggiungerei tutti gli alimenti con grassi idrogenati o oli cotti al forno, che danno la stessa reazione del nichel

    RispondiElimina